SILVIA LUZZI

Corso di Doppiaggio

Acting Coach

Silvia Luzzi è laureata in Filosofia e Psicologia presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Firenze.  Dal 1973 svolge l’attività di attrice.

La passione per il teatro l’ha portata a sperimentare le più diverse forme di espressione, dal così detto teatro di strada degli anni ‘70 a Milano con la Comuna Baires, alle più tradizionali del teatro di prosa.

Dal 1973 al 1976 nella Coop. “Il Melograno” diretta dai fratelli Andrea e Antonio Frazzi è in “Victor ou les enfantes ou pouvoir” di R.Vitrac e nel “Don Giovanni” di Molière. Nello stesso anno vince un provino con la televisione tedesca Bayerische Rundfunk e lavora con R.Graff, ex assistente di B.Brecht. Nel 1977 vince un provino con Mario Missiroli per lo Stabile di Torino e partecipa ad alcune produzioni tra cui “La duchessa di Amalfi” di Webster , la “Trilogia della villeggiatura “ di C.Goldoni e “Solitudine” di Fenoglio , questa con la regia di R.Guicciardini con il quale farà anche “ I gioielli indiscreti” di D.Diderot per il Teatro Regionale Toscano nel 1979. Nello stesso anno comincia a collaborare anche con la Rai-TV, è così ne “La vita di Anna Kulicioff" con la regia di R.Guicciardini.

Nel 1980 è a Siracusa con Giancarlo Sbragia ne “Le Baccanti”. Per la Rai è la perfida Atenaide ne “Il padrone delle ferriere” nel 1982e in molte produzioni radiofoniche, inizia anche a lavorare nel doppiaggio che svolge tuttora. Negli anni ‘80 allarga la sua esperienza al teatro sperimentale e alla ricerca di forme espressive , sotto la guida del regista P.Pier’alli, è nel “ Trittico “ di Schomberg al Teatro all Scala di Milano, intensificando poi i suoi studi con l’attrice-cantante Gabriella Bartolomei. Nel 1986 al Comunale di Firenze è Titania diretta dal Maestro Luciano Berio per una serie di concerti, poi ancora per il teatro Comunale di Firenze al Maggio Fiorentino nel “Benvenuto Cellini” di Berlioz con la regia di E.Moshinscky e con Luca Ronconi ne “Sogno di una notte di mezza estate” di Purcel. Sempre negli stessi anni collabora con M.Marceau al Cantiere internazionale d’Arte di Montepulciano tornando poi con una operina “Througs roses” di Neikrug e per tenere corsi di respirazione e uso della voce. 

Nel 1993 , chiamata dal Maestro Giorgio Battistelli, recita in otto serate di poesia e musica dal vivo ideate e pensate in collaborazione con Dino Villatico titolate  “Vagabondaggi d’amore”.

Alla fine degli anni ‘80 è anche direttrice artistica di un nuovo festival estivo “Amiata Estate” dando vita ad un nuovo momento espressivo, fantasioso e culturale del territorio amiatino riuscendo a coagulare esperienze musicali e di parola, mescolando danza - musica - verbalità   e risvegliando enormi interessi nella popolazione.

Negli ultimi anni, trasferitasi a Roma, concentra la sua attività nella radiofonia, nel doppiaggio, nella produzione televisiva partecipando ad alcuni film  come “Tauch and die” di P.N.Solinas  -  “Una questione privata” di A.Negrin  -   “ Un posto freddo infondo al cuore” di  S.Scavolini  -  “Le due madri”  “Una storia spezzata” e “L’avvocato delle donne” dei fratelli Frazzi, e in fiction quali “ Medico in famiglia” - “Linda medico legale” - “Don matteo” - "Diritto di difesa"- “Nebbie e delitti” – “Medicina generale” - "Perduto amor" e “Niente è come sembra” di Franco Battiato sono gli ultimi film.

In teatro  è con Giancarlo Cobelli ne “Il dialogo della palude” di M.Yourcenar    -   nell’ “Eneide” di M.Troiani  -  in “Orlando” di G.Carluccio  -  in “Deliziosi veleni “ di L.Poli  -  in “Vita e morte di Re Giovanni” di W. Shakerspeare con la regia di Giancarlo Cobelli - in   “ Possesso”di A.Yoschua con F.Valeri.

Da molti anni insegna  respirazione-uso della voce e recitazione nella  scuola di cinematografia  e teatro  "Per-corsi" insieme a Giulio Scarpati , è riconosciuta e stimata acting coach , tra i suoi allievi Barbora Bobulova, Andrea di Stefano, Greta Scacchi e Andrea Osvart; tiene corsi e stage in tutta Italia.

ATTRICE

  • Tutto tutto niente niente. Regia Giulio Manfredonia. 2012
  • La Città ideale. Regia Luigi Lo Cascio. 2012